La risorsa globale per le prove scientifiche sulla sperimentazione animale

Main menu
Select a language
Search
Loading

Vaccino meningite da Hib

Haemophilus influenzae bacteria cultured on a blood agar plateLa meningite provoca il gonfiore delle meningi, le membrane che avvolgono il cervello e il midollo spinale. È provocata dall'infezione di uno dei diversi tipi di batteri o virus, le forme batteriche sono quelle più gravi. Nell'epidemia scoppiata nel Regno Unito nel 1995 sono morte circa 200 persone, molte delle quali colpite da meningococco ceppo B. Non esiste attualmente nessun vaccino contro questo ceppo.

Un vaccino per la meningite da hib
Gli studi animali spingono lo sviluppo del vaccino
Vaccinazione a livello mondiale
Bibliografia

Un vaccino per la meningite da hib

L’Haemophilus influenzae di tipo B (Hib) è un'altra forma batterica di meningite. Fu descritta per la prima volta da Richard Pfeiffer nel 1892 durante un'epidemia di influenza e fino al 1933 si pensò, erroneamente, che fosse la causa del raffreddore finchè non divenne evidente che il raffreddore era provocato da un virus. Nell'ottobre del 1992, la vaccinazione contro l'infezione del batterio Hib, che allora costituiva la causa principale di meningite nei bambini, fu inserita nel programma di immunizzazione infantile in Gran Bretagna. L'effetto fu immediato, in quanto le infezioni da Hib crollarono del 70% fra il gennaio e il marzo del 1993.ANCHOR

L'introduzione del vaccino in Gran Bretagna scattò sulla straordinaria esperienza di succeso della Finlandia, dove la meningite da Hib aveva registrato un aumento costante fin dagli anni '60. L'introduzione del vaccino nel 1986 ridusse l'incidenza di meningite da Hib portandola a zero nel 1991.ANCHOR Benefici simili furono riportati in tre studi sulla meningite da Hib negli Stati Uniti, dove l'incidenza calò dell' 80-90% nell'arco di due anni a seguito della vaccinazione contro l'Hib.ANCHOR

Prima della vaccinazione si verificavano, nel Regno Unito ogni anno, 1.500 casi di infezione da Hib (principalmente nei bambini con meno di un anno), che provocava meningite in oltre la metà dei casi. Nonostante l'efficacia degli antibiotici contro il bacillo, esso uccise 65 bambini e continuò a causare danni cerebrali permanenti, sordità, ecc. in altri 150 ogni anno. Ci fu una spinta notevole verso la prevenzione di questa malattia potenzialmente devastante, ma la ricerca fu difficile a causa del modo in cui i batteri interagiscono con il sistema immunitario.La risposta immunitaria è stimolata da uno zucchero presente sulla superficie del batterio detto poliribitolfosfato (PRP). I vaccini a base di PRP riuscirono a produrre solo una scarsa immunità a breve termine nei bambini di meno di un anno, ossia, quelli a rischio maggiore.

Gli studi animali spingono lo sviluppo del vaccino

Dopo tanti esperimenti fu prodotto un miglior vaccino a base di PRP unendo questo zucchero a una proteina. Questo tipo di tecnica si era già rivelata efficace nella protezione dei topi da batteri che provocavano la polmonite.ANCHOR Il PRP legato a una proteina dimostrò di produrre una potente risposta immunitaria nei topi e nei conigli.ANCHOR Da questi studi sperimentali derivò lo sviluppo di quattro efficaci vaccini per l'uomo. Ogni vaccino fu sottoposto, ovviamente, ai test animali standard di sicurezza.

Vaccinazione a livello mondiale

Il programma di vaccinazione contro la meningite da hib ebbe successo in tutto il mondo e l'incidenza della malattia fu ridotta drasticamente in Bangladesh, Kenya e Cile. Anche uno studio recente condotto nello stato del Gambia ha dimostrato che l'incidenza annuale di meningite da Hib era scesa da 60 a zero casi in 100.000 bambini sotto i 5 anni, nell'arco di cinque anni a seguito dell'introduzione del vaccino contro l'Hib.ANCHOR

Più recentemente, è stato riportato che l'incidenza di meningite da hib in Uganda è stata ridotta a zero nei bambini sotto i cinque anni. Si ritiene che grazie ad un programma di vaccinazione avviato nel 2001, in Uganda si sia riusciti a prevenire la morte di circa 5000 bambini all'anno.ANCHOR


References

  1. Pharm J (1993) 250, 633
  2. Peltola H, Kilpi T, Anttila M (1992) Lancet 340, 592
  3. Dixon B (1993) Microbe of the Month. The Independent, February 8
  4. Sood S & Daum R (1991) in Vaccines and Immunotherapy ed Cryz S. Pergamon New York 
  5. Sood S & Daum R (1991) in Vaccines and Immunotherapy ed Cryz S. Pergamon New York
  6. Adegbola R, Secka O, Lahai G et al. (2005) Lancet 366, 144
  7. WHO bulletin (2008) -published online ahead of print, Mar 10. doi: 10.1471/BLT.07.042580

Related links
Meningitis research foundation http://www.meningitis.org/


Main menu
Select a language
Search
Loading